Le nuove detrazioni che entrano nel 730

L’Agenzia delle Entrate si prepara alla stagione dichiarativa 2019 iniziando a pubblicare i modelli per le dichiarazioni: online ci sono le bozze del 730, che interessa i lavoratori dipendenti e i pensionati. La bozza del 730/2019, completa di istruzioni, è consultabile sul sito dell’Agenzia: attualmente c’è un link diretto in evidenza sulla home page, in ogni caso si può raggiungere la pagina cliccando prima sul bottone “modelli” (si trova nella parte bassa della pagina, sezione “strumenti”), e poi scegliendo dall’elenco che appare la voce “modelli in bozza”. Fra le novità, segnaliamo diverse nuove detrazioni, per lo più previste dalla manovra 2018.

Ricordiamo che come ogni anno l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione il 730 precompilato a partire dal 15 aprile, i termini di presentazione sono gli stessi dell’anno scorso: entro il 23 luglio, oppure il 7 luglio per chi effettua la dichiarazione tramite il sostituto d’imposta.

Fra le principali novità, quelle che riguardano le detrazioni sui lavori di ristrutturazione. Confermate le principali agevolazioni su ristrutturazione edilizie e bonus energia nella misura degli anni precedenti, quindi rispettivamente al 50 e 65%, sono state introdotte delle nuove fattispecie. Il bonus giardini, ovvero una detrazione al 36%, fino a un massimo di 5mila euro, per i lavori di sistemazione a verde di aree scoperte private, impianti di irrigazione, realizzazione pozzi, coperture a verde, giardini pensili. Detrazione per gli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3 finalizzati contemporaneamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica: il sisma bonus è all’80% per il passaggio a una classe di rischio inferiore, oppure dell’85% se il passaggio è a due classi di rischio inferiori. Infine, detrazione del 19% sui premi per assicurazioni contro il rischio di eventi calamitosi stipulati per unità immobiliari a uso abitativo.

Altra nuova detrazione di rilievo, quella relativa agli abbonamenti al trasporto pubblico: detrazione IRPEF del 19% per abbonamento al trasporto pubblico fino a 250 euro (comma 28, legge 205/2017). Segnaliamo infine la detrazione al 19% sull’acquisto di strumenti specifici per gli studenti con disturbi dell’apprendimento, le agevolazioni al 30% per le erogazioni liberali in favore di Onlus e associazioni di promozione sociale e al 35% per le organizzazioni di volontariato.
Please follow and like us:
error
Sede provinciale di Terni: Via Annio Floriano 5, 05100 Terni
Tel: 0744-433647 , Fax: 0744-437073, E-mail: terni@fismic.it - Powered by Deegita.com