L’Iran vuole incrementare la produzione di acciaio

L’Organizzazione per lo Sviluppo e la Ristrutturazione Industriale (IDRO) dell’Iran ha firmato un memorandum d’intesa con un consorzio di sette società nazionali per la produzione di 10 milioni di tonnellate di acciaio nella Persian Gulf Special Economic Zone (PGSEZ) ed in particolare nella provincia meridionale di Hormozgan.

Il memorandum è stato siglato da Khodadad Gharibpour per IDRO, dal governatore generale della provincia di Hormozgan, Fereydoun Hemmati, e dei rappresentanti delle società del consorzio.

«Oltre ad incrementare la produzione annua di acciaio del Paese di 10 milioni di tonnellate, questo progetto crea posti di lavoro per 10.000 persone», ha detto Gharibpour, spiegando che dovrebbe essere ultimato in cinque anni.

Due settimane fa, il ministro iraniano dell’industria, delle miniere e del commercio Reza Rahmani aveva affermato che il Paese ha raggiunto una corretta autosufficienza nell’industria siderurgica e durante un incontro con i membri dell’Associazione Iran Steel aveva chiarito che «questo settore può essere ancora sviluppato e per quanto riguarda gli enormi investimenti fatti negli ultimi anni, vedremo presto un buon equilibrio anche nella catena di produzione nel Paese».

Tanto che Jafar Sargini, vice ministro dell’industria mineraria e del commercio estero iraniano, ha annunciato che la produzione annuale di acciaio dell’Iran dovrebbe raggiungere i 45 milioni di tonnellate entro marzo 2022.

Riferendosi alle sanzioni USA, invece, ha spiegato che il ministero ha adottato le misure necessarie per mantenere le esportazioni di metalli del Paese e che è previsto che le esportazioni dal settore minerario iraniano raggiungano almeno gli 8,5 miliardi di dollari dello scorso anno «mentre non avremo problemi per quanto riguarda l’offerta per il consumo interno».

Please follow and like us:
error
Sede provinciale di Terni: Via Annio Floriano 5, 05100 Terni
Tel: 0744-433647 , Fax: 0744-437073, E-mail: terni@fismic.it - Powered by Deegita.com