Polonia, ArcelorMittal chiuderà l’impianto di Cracovia

ArcelorMittal Polonia ha annunciato che chiuderà definitivamente l’altoforno e l’acciaieria a Cracovia questo mese a causa della riduzione della domanda causata dalla pandemia COVID-19.

“La pandemia COVID-19 ha avuto conseguenze senza precedenti per l’industria siderurgica europea. Sebbene la domanda nelle ultime settimane sia ripresa in qualche modo, principalmente guidata dalle correzioni delle scorte, è ancora notevolmente al di sotto dei livelli pre-Covid – ha affermato Sanjay Samaddar, CEO di ArcelorMittal Poland -. Ciò significa che dobbiamo prendere alcune decisioni molto difficili, che purtroppo significheranno la chiusura dell’altoforno e dell’acciaieria di Cracovia”, ha aggiunto.

ArcelorMittal ha affermato che gli alti costi energetici, l’aumento dei prezzi del carbonio e la mancanza di misure commerciali di emergenza, insieme alla recente decisione della Commissione europea di aumentare ulteriormente il contingente di importazioni di acciaio esenti da tariffe dall’esterno dell’UE in un momento di calo della domanda, hanno influenzato la decisione dell’azienda .

“Prendendo in considerazione tutti questi fattori, abbiamo deciso di concentrare la produzione di metallo nei nostri due altiforni a Dabrowa Gornicza, per migliorare la nostra competitività in termini di costi”, ha affermato Samaddar.

La società ha detto che la chiusura dell’altoforno e dell’acciaieria di Cracovia inizierà questo mese e durerà alcune settimane. Nel 2018, lo stabilimento di Cracovia ha prodotto circa un terzo dei 5,2 milioni di tonnellate di acciaio grezzo dell’azienda in Polonia.

La fornace e l’acciaieria di Cracovia sono state temporaneamente inattive nel novembre dello scorso anno a causa della flessione del mercato. Da allora, la maggior parte dei dipendenti è stata trasferita in altri stabilimenti di ArcelorMittal Polonia o messa in disoccupazione temporanea. Samaddar ha detto che l’azienda collaborerà con i sindacati per raggiungere un compromesso per i lavoratori interessati.

L’impianto di coke della società a Cracovia continuerà a funzionare così come due laminatoi, la linea di zincatura a caldo e la nuova linea di rivestimento organico.L’azienda ha investito circa 110 milioni di euro nelle operazioni a valle di Cracovia negli ultimi cinque anni. Le lastre per i laminatoi di Cracovia verranno ora acquistate dall’acciaieria Dabrowa Gornicza, dove l’azienda investirà 40 milioni di euro in progetti di debottlenecking.

Please follow and like us:
Sede provinciale di Terni: Via Annio Floriano 5, 05100 Terni
Tel: 0744-433647 , Fax: 0744-437073, E-mail: terni@fismic.it - Powered by Deegita.com